Pagine Scarabocchiate

11 giu 2013

E' strano come a volte ci si lasci trascinare dai ricordi fino a riscoprire un intero anno racchiuso in un blog. L'ultima volta che ci sono entrata è stato a luglio dell'anno scorso e mi sento un po' in colpa ad averlo trascurato, perché dopotutto, fa parte della mia vita, fa parte di me. E allora per quello che riuscirò, voglio provare a "riaprirlo", voglio provare a racchiuderci anche un'estate che spero sarà indimenticabile.
Cavolo, è difficile da accettare che di tutto quello che ho vissuto sono rimasti solo ricordi, è difficile credere che non potrò mai più rivivere le stesse sensazioni. E' dura rileggere i post di una ragazzina di 14 anni innamorata di un ragazzo che non le sarebbe mai potuto stare accanto fisicamente. E' dura riscoprirsi quattordicenni e quindicenni allo stesso tempo. E' dura vedere che in fondo non si è cambiati, solo che adesso quel bisogno fisico, fatto di abbracci, baci, coccole potrebbe esserci, non dallo stesso ragazzo, ma da uno nuovo, uno che forse poteva essere la volta buona. Solo che questa "volta buona" evidentemente non lo era anche per lui. Insomma è dura vederti crescere attraverso le pagine di un blog, vedere che alla fin fine sei rimasta allo stesso punto. Sola, triste e malinconica.

“Rideva dopo quella sera, dopo quel bacio. Fino alle lacrime, fino a non respirare più. E le chiedevano se fosse ubriaca. E lei era sicura che mai nessun alcolico avrebbe fatto più effetto dell’amore.”

Ecco, questa è la frase che mi rappresenta di più adesso. Mi sento proprio così. Nascondo tutto il dolore dietro una risata, a volte fino a scoppiare davvero in lacrime, ma continuo a ripetere che sono lacrime di gioia. Non lo sono, sono di dolore, dolore perché quel bacio mi ha davvero cambiata, mi ha davvero smosso qualcosa dentro, mi ha fatta sentire amata, anche solo per 10 secondi, mi ha resa la ragazza più felice del mondo. Ma adesso non conta più come mi sono sentita io, perché per lui non è stato così, per lui ero da usare e gettar via subito dopo. Non ce lo facevo così, il ragazzo dolce e timido che tutti mi descrivevano alla fine si è dimostrato come tutti gli altri: stronzo, insensibile e con il solo scopo di divertirsi per fare il figo davanti agli amici. Bhé ragazzo stronzo e insensibile, sappi che tu il cuore me l'hai preso e ridotto a brandelli. E dopotutto ancora ci spero, in te e nel tuo lato dolce, nascosto in un angolino del tuo cuore. Grazie per avermi usata.
Mi manchi, ciao.

26 lug 2012

Mi manchi...


Io ti aspetto comunque.
Aspetto un tuo gesto, un tuo messaggio, una tua chiamata.
Aspetto un tuo abbraccio.
Aspetto che mi ami.
Aspetto che mi desideri.
Aspetto che tu ritorni da me

-Cit.

25 lug 2012

Ti conservo sempre dentro i miei ricordi...

E' facile innamorarsi di qualcuno per la prima volta; ma prova a innamorarti una seconda volta dopo il dolore.
E i lividi sul cuore.
Forse l'amore inzia proprio lì, quando nonostante sai cos'è il dolore, rischi ancora.
-Cit.



Amare qualcuno non è una cosa da niente. 
Non è solo far l’amore, ridere insieme, passare le ore a baciarsi e a rendersi felici a vicenda. 
Amare qualcuno significa soffrire, combattere, piangere, stringere i denti e andare avanti. Amare qualcuno significa prenderlo per mano anche quando si sta camminando su vetri rotti, farsi male per poi cercare di guarirsi. 
Nessun amore che sia degno di questo nome vive solo di felicità.




12 lug 2012

Calling My Angel

Tento di portar via il dolore con questa penna,
ma continua solamente a scrivere il tuo nome.
Ancora e ancora.

Nessuno ti può rimpiazzare.
La vita senza di te è impossibile.
-Jason Derulo

11 lug 2012

Perdonami...



Io e te, io e te, io e te continuamente.
Io e te, io e te, io e te ancora e sempre.
Come quest'alba incantevole,
mentre sorridi tu ritorni da me.
Amore sei già… indelebile.
-FreeBoys-

09 lug 2012

Gli Ostacoli del Cuore

Quante cose che non sai di me.
Quante cose che non puoi sapere.
Quante cose da portare nel viaggio insieme.

Quante cose che non sai di me.
Quante cose che non vuoi sapere.
Quante cose da buttare nel viaggio insieme.
-Elisa feat. Ligabue

06 lug 2012

Marzo 2012

Ti ricordi quella promessa che ho fatto il giorno del mio compleanno? Ti ricordi quanto ci sono stata male, quanto ci abbia provato a mantenerla? Ecco questa è una delle tantissime bozze che ho su di te, uno dei mille pensieri che non mi sono mai sentita di far riaffiorare in superficie. La data?
26 Marzo 2012
"Ti ho fatto una promessa che non riesco a mantenere. Si, ti avevo promesso di dimenticarti. Ma come posso, come riuscirei mai a scordarmi di vivere? No, scusa, ma non ce la faccio proprio. Vivi dentro i miei pensieri, sempre vivo, sempre presente. Sei la mia voglia di vivere, di ridere, di continuare... Nell'attesa che qualcosa possa cambiare. Chissà che forse tu possa renderti conto di amarmi. Scusa, non volevo, per un attimo ti ho sognato..." -Mina

26 giu 2012

Anche se soffro... E anche se sbaglio...


Sarò banale, ma son sicura che da amici 
non potrebbe funzionare, 
quando provi un'attrazione così forte da non riuscire più a pensare a niente.
Tranne a quanto sei speciale 
e a come poi mi fai sentire quando vedo che stai bene.
Anche in un piccolo paese,
senza case e senza strade.
Con te accanto posso rinunciare a tutto...
Tanto tutto senza te vicino è niente...

Ti prego dì qualcosa anche se può far male.
Chiedimi pure di sparire, di dimenticare, di non tornare.
Di far finta che non sei speciale, 
ma allontanami ti prego 
se poi pensi che in qualunque modo tra noi due non possa funzionare.
No, tra noi due non possa funzionare,
no, tra noi due non possa funzionare...
-Tutto Non E’ Niente; Modà-

Adesso ho capito che non sono l'unica a correre, ho anche degli avversari...

Una volta ho letto che se un sogno presenta tanti ostacoli significa che è quello giusto da seguire.
Ora mi chiedo: Se è quello giusto da seguire, perché alla fine non porta a niente di concreto?
Una persona lotta, lotta, lotta per raggiungere la meta, come un atleta raggiunge il traguardo, e alla fine non ottiene nulla in più di ciò che aveva in partenza. Eppure l'atleta prima di cimentarsi in lunghe corse si allena duramente. E io cosa dovrei fare allora? Non mi sono forse allenata a sopravvivere alla sofferenza, alle lacrime, al male che porto nel cuore? E allora perché l'atleta vince la medaglia e io rimango a mani vuote?
E' scemo pensare queste cose, lo so, ma sono pensieri che purtroppo turbano il sorriso che mi ero ripromessa di portare stampato in viso per i prossimi due mesi di vacanza
Continuo a pensare che sia ingiusta questa cosa dell'atleta. E' vero, anche l'atleta ha i suoi momenti no, però lui si allena costantemente tutti i giorni, tutto l'anno. Io invece sono incappata nel mio destino così, da un giorno all'altro e sono stata costretta ad arrangiarmi come meglio potevo. Ciò è significato  dover fare ciò che l'atleta fa in un anno in pochissimi mesi.
Ed ora eccomi qui, nove mesi dopo. Cosa è cambiato? Nulla. Cosa ho ottenuto? Nulla. Cosa otterrò? Nulla.
Questa canzone è ormai giunta agli ultimi giorni di vita.
Nel mio cuore.
Io non voglio un premio, non ne ho bisogno. Voglio solo il mio sogno, quel dannatissimo e fottutissimo sogno che mi sta lasciando indietro e che forse non riuscirò a raggiungere mai più. Una parte del sogno si sta lentamente trasformando in incubo. Certo, forse è la parte che conta di meno, ma non si può arrivare ad odiare una cosa che amavi così, di punto in bianco. Eppure è successo. E' successo grazie a quell'orribile sogno dell'altra notte. E' successo perché adesso ho capito che non sono l'unica a correre, ho anche degli avversari. Avversari che sono più in gamba di me, più allenati. Meno fragili...

22 giu 2012

Fight For You

Fight For You

Ora, se hai qualcuno per cui valga la pena lottare,
non lasciarti trattenere da nessuno.
Permettimi di dirtelo... 
E se hai trovato qualcuno per cui valga la pena morire,
una persona senza la quale non puoi vivere 
permettimi di dirtelo... 
-Jason Derulo-

SUPER IMPORTANTE!

Mi piacerebbe ricordare a tutte le persone che essendo passate in questo blog hanno letto i miei sogni che:
-i pensieri SONO SEMPRE ACCOMPAGNATI dalla fonte o dall'autore;
-i pensieri che NON SONO ACCOMPAGNATI da una fonte o dall'autore sono MIEI e quindi sono IO l'autrice.
Quindi sarei felice che nessuno facesse passare per sue suddette frasi.
Grazie mille,
Eli